Epoca Shôwa - Sito Endogenesi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Epoca Shôwa

Cosa è l'Aikido > storia ed origini > evoluzione dal Budo



  • Epoca Shôwa 昭和, dal primo al sesto anno (1926-1931)


In questi anni il fondatore si allontanò dalla religione per dedicarsi completamente al Budō fino a diventare uno specialista nei principali stili di arti marziali giapponesi. Dal Daitôryû Aikijujitsu (大東流合気柔術) si entra nell'epoca dello Ueshiba-ryû Aiki-jutsu (合気柔術), successivamente modificato in Aiki-bujutsu (合気武術) e in seguito Aiki-budô (合気武道).
Il Fondatore aggiunse al Daitōryu le sue conoscenze specifiche relative alle tecniche di lancia (Sōjutsu) e di spada (Kenjutsu), di cui era un rinomato esperto, creando così il metodo uchikomi, una sorta di "kata che vive", che viene considerato tipico dell'aikidô.
Nel 1927 il fondatore si trasferisce con la famiglia a Tokyo, nel distretto di Shiba Shirogane (芝白金), ed in una sala provvisoriamente concessagli dal principe Shimazu inizia l’insegnamento della Via dell’Aiki che in quegli anni denominò: Aiki-Budō (合気-武道).
Nell'ottobre 1930 Ueshiba Morihei aveva temporaneamente spostato il suo Dojo nella località di Mejirodai e qui andò a fargli visita Jigorō Kanō, il fondatore del Judo, il quale vedendo Ueshiba praticare il suo Aiki-Budō escamò: "...ecco il mio Budo ideale..." ed immediatamente inviò due dei suoi migliori allievi, Jiro Takeda e Minoru Mochizuki, a studiare presso Ueshiba.
Nel 1931, dopo essere passato attraverso alcune altre sistemazioni di fortuna, inizia l’attività del Dojo Kobukan a Wakamatsu-cho, Shinjuku, Tokyo, che diventarà poi il centro mondiale dell'Aikido (Hombu Dojo Aikikai).


 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu